Shirataki con salmone, verza e peperoncino

gennaio 13, 2017





Nella mia vita non sono mai stata un'acciuga.

Complice un metabolismo che non è esattamente una saetta e il mio innato e incontenibile amore per il buon cibo, ho sempre dovuto combattere con qualche chilo di troppo e ho provato quasi tutte le diete inventate dall'era del paleolitico fino ad oggi.

La verità è che non basta stare a dieta per un periodo di tempo limitato: per chi purtroppo ha la tendenza a mettere su pancetta,  la dieta deve diventare uno stile di vita altrimenti i chili persi con fatica, irrimediabilmente, nel tempo verranno recuperati.

Inoltre, sono orgogliosa di annunciare che da quasi tre mesi ho smesso di fumare; un grande e positivo cambiamento, ma gestire la fame nervosa è stata dura...

Se già quanto sopra non fosse stato abbastanza per far impennare l'ago dell'odiata bilancia, nel frattempo è anche arrivato Natale...

Capirete che ora devo necessariamente correre ai ripari se non voglio arrivare alla prossima estate e in riva al mare essere scambiata per una balena spiaggiata!

Facendo seguito a quanto sopra raccontato, vi comunico due notizie: la prima è che, a partire dagli shirataki con salmone, verza e peperoncino, ha inizio la pubblicazione di una serie di ricette light (e sono certa che questa iniziativa sarà apprezzate da molti di voi, compagni di sventura che durante le Feste avete messo su un chiletto... O anche due)...

La seconda notizia può interessare anche a chi è più fortunato e non ha problemi di rotolini sui fianchi: le ricette light che verranno pubblicate su queste pagine, non saranno solo ipocaloriche, con pochi carboidrati e pochi grassi, ma anche appetitose e facili da preparare.

Qualche dritta prima della preparazione

Gli shirataki sono dei noodles tipici giapponesi che vengono prodotti utilizzando una farina ricavata dalla radice di una pianta, il konjac, che è composta quasi totalmente di glucomannano, una fibra insolubile che ha la capacità di legare a sé una notevole quantità d'acqua.

Ne consegue che gli shirataki sono prevalentemente costituiti da acqua e fibra e sono quasi completamente privi di calorie.

Oltre a non avere calorie, questi spaghetti di konjac sono praticamente senza sapore e senza colore (in giapponese la parola "shirataki" significa "cascata bianca") e vanno quindi insaporiti con il condimento con cui li si accompagna.

Gli shirataki si trovano in vendita in negozi di prodotti biologici, ma anche in grandi supermercati oppure online.

Si possono acquistare in versione secca oppure già idratati e contenuti in buste o vaschette con il loro liquido.

Una volta idratati questi noodles vanno solo scolati, sciacquati e poi scaldati (meglio se saltati).

Per la preparazione degli shirataki con salmone, verza e peperoncino userete pochissimo olio, quindi sarebbe meglio utilizzare una padella antiaderente per evitare che il pesce si attacchi al fondo.

Se cercate altre idee, qui potete trovare anche la ricetta degli shirataki con asparagi e gamberi.

Shirataki con salmone, verza e peperoncino


Ricetta degli shirataki con salmone, verza e peperoncino

Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 5 minuti
Calorie: 280 kcal a porzione

Ingredienti per due persone

400 gr di shirataki di konjac (peso già idratati)
200 gr di filetto di salmone fresco
20 gr di cipollotto
2 cm di radice di zenzero fresca
4 cucchiai di salsa di soia a basso contenuto di sodio
(oppure 3 cucchiai di tamari per chi è intollerante al glutine)
2 spicchi d'aglio
2-3 foglie di verza
2 cucchiaini di olio evo
Peperoncino rosso fresco q.b.
Foglie di coriandolo q.b.

Preparazione

Scolate gli shirataki dal loro liquido, sciacquateli molto bene con acqua fredda e lasciateli scolare in un colapasta.

Togliete la pelle e le eventuali spine dal filetto di salmone e tagliatelo a dadini di circa 1,5 cm per lato.

Lavate le foglie di verza, eliminate la nervatura centrale e tagliate le parti laterali a listarelle piuttosto sottili.

Lavate e asciugate il peperoncino, tagliatelo per il lungo ed eliminate i semi, quindi tagliatelo a fettine.

In una padella antiaderente mettete l'olio, il cipollotto tagliato a fettine, lo zenzero pelato e grattugiato, gli spicchi d'aglio sbucciati e tagliati in due.

Accendete la fiamma e appena il cipollotto inizierà a rosolare aggiungete il salmone, rosolate anch'esso per circa un minuto poi aggiungete gli shirataki e la salsa di soia.

Saltate i noodles di konjac a fiamma vivace per un minuto, quindi aggiungete la verza e il peperoncino (la quantità dipende da quanto è piccante e dal vostro gusto personale).

Saltate ancora per qualche secondo (la verza non deve appassire), quindi spegnete la fiamma, eliminate i pezzi d'aglio ed impiattate.

Servite i vostri shirataki con salmone, verza e peperoncino cospargendoli con qualche foglia di coriandolo.


You Might Also Like

4 commenti

  1. Silvia, io sono tra quelli che apprezzeranno le tue ricette light, perché anch'io devo rimettermi in sesto e al più presto! È da un po' che mi sono lasciata andare ed è arrivata l'ora di riprendere in mano la mia salute. Sono affascinata da questi shirataki, che non conoscevo ma che mi incuriosiscono molto. La tua proposta ha un aspetto invitantissimo...Dev'essere deliziosa! Aspetto la prossima!
    Un abbraccio grande,
    Mary

    RispondiElimina
  2. Non ho ancora assaggiato questi shirataki ma lo farò presto ^_^
    Hai fatto benissimo a smettere di fumare, io all'epoca acquistai ben 10 kg (anche se ammetto che partivo da una condizione di grave sottopeso) ma con il tempo si riperdono ed avrai fatto un gran regalo alla tua salute :-)
    Vedrai che questo approccio ad un'alimentazione più equilibrata darà i suoi benefici ^_*
    Buon we <3<3<3

    RispondiElimina
  3. Anch'io tendo ma sono ormai in controllo perenne da dopo infartino a 58 anni. Inoltre essendo al limite glicemia devo stare attenta pure a questo. Conosco questo ...spaghetto non è granché anzi ma opportunamente accompagnato come qui diventerà sicuramente gustoso. Ti seguo. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  4. Diciamo che io, da quando sono in menopausa, tendo a ingrassare e ho cambiato completamente il mio modo di mangiare. Io mangio pochissimo, di tutto. Mi muovo tantissimo e cerco di tenere la bilancia sotto controllo. Nonostante io abbia messo su circa 8 chili, ritengo di essere fortunata, avendo mangiato come un maialino, per quasi 40 anni della mia vita, senza mai mettere un grammo.comunque ero troppo magra e non mi stanno male. Perciò ben vengano le tue ricette light. Questa, per esempio è molto appetitosa e sono certa mi piacerebbe molto. Forza dai, non demordere e bravissima per aver smesso di fumare!!

    RispondiElimina

Ogni testimonianza del vostro passaggio sul mio blog è molto gradita, risponderò con piacere ai vostri messaggi appena possibile!
Grazie!

Lettori fissi

Google+ Followers