Fregola con fiori di zucca, cozze e vongole

settembre 30, 2016

Fregola con fiori di zucca, cozze e vongole



E' trascorsa già una settimana da quando sono tornata dalla Sardegna dove ho passato una piccola vacanza di fine estate.


E' stato bellissimo potersi immergere in quel mare trasparente, godere dell'immensità delle spiagge ricoperte di soffice sabbia bianca, poter contemplare l'affascinante paesaggio, annusare nell'aria il profumo del mirto e delle piante selvatiche.

Di tutto ciò ho potuto godere indisturbata, senza incontrare la folla che normalmente invade le località turistiche italiane nel mese di agosto.

Una settimana trascorsa in questo modo è bastata a ridarmi la carica e a trovare nuove energie...

Vi avevo già raccontato di aver vissuto in Sardegna per qualche anno quando ero bambina; l'isola mi ha adottata e mi è entrata nel cuore,  ancora oggi quando sono in quei luoghi mi sento a casa.

Ecco perché in questo blog, oltre alla fregola con fiori di zucca, cozze e vongole, si trovano diverse ricette ispirate alla cucina sarda (per esempio il risotto con bottarga, cacao e profumo di limone e gli gnocchetti sardi al fuoco).

Nel periodo in cui ho vissuto in Sardegna alcuni piatti e prodotti tipici sono entrati a far parte della nostra tradizione di famiglia, uno di questi è proprio la fregola.

La fregola (o fregula) è un tipo di pasta di grano duro anche conosciuta come cous cous sardo.

La semola viene lavorata in grosse ciotole di coccio aggiungendo acqua poco per volta e facendo ruotare le mani così da formare delle palline irregolari a cui vengono dati diversi spessori secondo l'uso che se ne vuole fare.

Quella di misura piccola è più adatta a minestre e zuppe, con quella media o grossa vengono generalmente preparati piatti meno brodosi, che comunque devono risultare piuttosto morbidi e umidi.

La fregola viene infine fatta essiccare o tostare (la tostatura la rende più gustosa).

Solitamente a casa mia si prepara nel modo più tradizionale, ossia con arselle e pomodoro, ma qualsiasi frutto di mare e brodetto di pesce può essere utilizzato per differenti e gustose varianti.

Per questa ricetta ho voluto mettere un tocco personale e ho scelto così di accompagnare la fregola con fiori di zucca, cozze e vongole.

La novità più estrema, però, sta nel fatto che a cucinare questo piatto mi ha aiutata mio marito!

Non è che si sia proprio messo ai fornelli (non è capace neppure di fare un uovo al tegamino), ma gli ho potuto lasciare lavori di 'bassa manovalanza' come l'operazione di pulizia delle cozze che a me risulta un po' noiosa, sgusciare i molluschi e tritare il prezzemolo.

E' stato bello per una volta potersi avvalere di un sous-chef!

Qualche dritta prima della preparazione

Le cozze e le vongole devono essere vive al momento dell'acquisto: le cozze devono essere ben chiuse e le vongole dovranno schiudersi e tirare fuori i sifoni (corna) quando le metterete in acqua a spurgare.

Per far spurgare le vongole utilizzate sale grosso marino: mettete in una capiente ciotola 15 gr di sale per ogni litro d'acqua fredda, scioglietelo mescolando con un cucchiaio e poi immergetevi i molluschi precedentemente sciacquati sotto acqua corrente.

Le vongole dovranno spurgare per almeno due ore, trascorso questo tempo, se vorrete prolungare l'operazione, dovrete cambiate l'acqua.

Per pulire le cozze procedete in questo modo: mettetele sotto acqua corrente, prendetene una per volta, strappate il bisso (la fibra filamentosa che esce dal lato piatto) e grattate il guscio con la lama di un coltello oppure con una spazzola dura o una paglietta di metallo, buttate quelle aperte o rotte.

Invece del pomodoro fresco potete utilizzare i pelati, io preferisco sempre il primo, in questo caso, se volete eliminare la pelle, immergete il pomodoro per qualche istante in acqua bollente e poi mettetelo in acqua fredda, in questo modo la buccia verrà via molto facilmente.

Se proprio non riuscite a reperire la fregola, potete sostituirla con altra pasta minuta.

Ricetta della fregola con fiori di zucca, cozze e vongole

Ingredienti per 4 persone

 320 gr di fregola grossa
1 kg di vongole
1 kg di cozze
60 ml di vino bianco secco
40 gr di cipolla
12 fiori di zucca
230 gr di pomodoro fresco maturo
Olio evo q. b.
Prezzemolo fresco tritato q.b.
Pepe q.b.

Per le cozze

2 spicchi d'aglio
20 ml di vino bianco secco
Olio evo q.b.

Preparazione

Mettete olio evo q.b. in una padella insieme agli spicchi d'aglio interi e sbucciati, fateli rosolare per qualche istante quindi aggiungete le cozze precedentemente pulite, coprite con un coperchio e alzate la fiamma.

Quando le cozze cominceranno ad aprirsi rigiratele con un cucchiaio e sfumate con il vino bianco, coprite di nuovo e lasciate sul fuoco fino a che non saranno tutte aperte.

Con un mestolo forato raccogliete le cozze, mettetele in una ciotola e copritela con un piatto (eliminate l'aglio),  filtrate la loro acqua e tenetela da parte.

Sciacquate sotto acqua corrente le vongole precedentemente lasciate spurgare, trasferitele in una padella, ponetela su fuoco vivo e coprite con un coperchio.

Quando inizieranno ad aprirsi rigiratele con un cucchiaio e coprite nuovamente.

Una volta che le vongole saranno tutte aperte, trasferitele in una ciotola, filtrate la loro acqua e unitela a quelle delle cozze.

Quando saranno tiepide sgusciate metà delle cozze e metà delle vongole.

Pulite i fiori di zucca usando delicatezza e procedendo in questo modo: eliminate i pistilli e i gambi, sciacquate velocemente i fiori sotto acqua corrente, scolateli e asciugateli tamponandoli lievemente con uno strofinaccio, infine tagliateli in due per il lungo e teneteli da parte.

Mettete un pentolino con acqua non salata sul fuoco e portate a lieve bollore.

In una pentola fate rosolare a fiamma dolce la cipolla tritata in olio evo q.b., quando la cipolla sarà appassita  aggiungete la fregola e mescolate, attendete qualche istante quindi alzate la fiamma e sfumate con il vino bianco (come si fa con i risotti); riportate subito a fuoco dolce.

Aggiungete  alla fregola il pomodoro tagliato a pezzetti e tenetela sempre umida bagnandola poco per volta con l'acqua dei frutti di mare alternando con l'acqua bollente non salata, dosandola in modo che a fine cottura la fregola non risulti eccessivamente sapida; mescolate di tanto in tanto.

A cottura quasi ultimata aggiungete prima i fiori di zucca, fateli appassire leggermente, infine aggiungete le cozze e le vongole.

Finite la preparazione della fregola con fiori di zucca, cozze e vongole con una spolverata di prezzemolo tritato e del pepe appena macinato, quindi servite.







Con questa ricetta partecipo al Contest Retro Chic #SiggiAnniversary su Fuudly.


You Might Also Like

8 commenti

  1. Un piatto sublime! Quasi proverei a fare la fregola in casa, ma non sarà molto semplice.
    Bravissima, un abbraccio e buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sai a farla in casa non ho ancora mai provato, ma non credo sia difficile e in rete ci sono tanti tutorial da cui poter trarre suggerimenti!
      Grazie e un bacio!

      Elimina
  2. Bentornata, cara Silvia. Ed il tuo è davvero un ritorno a tutto gusto. Settembre è sicuramente il mese migliore per godersi una vacanza tranquilla e rilassata, respirando la vera essenza dei luoghi che co ospitano. Purtroppo, fino ad oggi, impegni di varia natura mi hanno sempre impedito di vivere una rigenerante fuga settembrina, ma chissà, mai dire mai! Un grande bacio e buon week-end,
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mary, è vero, purtroppo la maggior parte delle persone è costretta a fare le ferie ad agosto, io sono fortunata perché al momento posso scegliere quando partire senza grossi problemi.
      Grazie e un bacio!

      Elimina
  3. Già detto che lo trovo assolutamente delizioso, ma lo ripeto!

    RispondiElimina
  4. Il prossimo anno voglio andarci anch'io in Sardegna, sono anni che rimando! Il tuo piatto profuma proprio di vacanza e aria settembrina di mare..non sai che darei x l'assaggio :-P
    Bentornata e felice we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero per te che il tuo desiderio possa realizzarsi! La Sardegna è sempre una meraviglia!
      Buona domenica.

      Elimina

Ogni testimonianza del vostro passaggio sul mio blog è molto gradita, risponderò con piacere ai vostri messaggi appena possibile!
Grazie!

Lettori fissi

Google+ Followers