Amore per la cucina fusion... Quando il sushi incontra l'eccellenza italiana

ottobre 20, 2015

Chi mi segue conosce già la mia passione per la cucina giapponese e per quella fusion.

Quando scelsi il titolo del mio blog "In viaggio in cucina" non lo feci a caso...

Viaggiare è meraviglioso: ci da modo di conoscere altre culture, allargare i nostri confini e superare le convenzioni; pur mantenendo orgogliosamente le nostre radici e la nostra identità, viaggiando diventiamo cittadini del mondo.

Anche in cucina mi piace "viaggiare": mi diverto a sperimentare ingredienti di diversa provenienza e unirli tra loro cercando di dar vita a piatti e a sapori originali.

Ecco perché, nei giorni scorsi, quando sono stata invitata a degustare dei nuovi prodotti a base di tartufo in abbinamento al sushi non ci ho pensato su due volte e sono corsa all'assaggio!


Sushi Daily è una catena di chioschi situati nel cuore di supermercati e ipermercati dove ogni giorno viene preparato il sushi por poi essere confezionato e messo in vendita in loco.

Gli artigiani di Sushi Daily svolgono tutte le fasi di produzione del sushi dentro i loro stand e sotto gli occhi dei clienti; la materia prima viene consegnata ogni giorno per garantire un alto standard di qualità e freschezza.



Urbani Tartufi, azienda italiana che dal 1852 si dedica al mondo del tartufo,  ha messo a punto per Sushi Daily dei prodotti a base di tartufo nero unendo così due culture antichissime.

Al momento si può trovare in vendita la salsa di soia al tartufo e il tartufo per sushi (dei bastoncini studiati per poter essere inseriti nei maki), prossimamente verrà presentato anche il "truffles wasabi".

Per la degustazione di presentazione gli artigiani di Sushi Daily si sono divertiti a creare dei sushi fusion, oltre ai prodotti sopra citati hanno utilizzato altri ingredienti tipicamente italiani come il parmigiano e l'olio al tartufo bianco.

Infine, l'unione tra sushi ed eccellenza italiana è stata all'assaggio un connubio di sapori delicati e allo stesso tempo esplosivi, un incastro perfetto di due mondi che, uniti, mi hanno fatto vivere un'esperienza gustativa esaltante.

You Might Also Like

1 commenti

  1. A Trieste tutto questo non c'è e difficilmente lo sarà. I triestini doc (non come me) sono ancora abbarbicata alla loro cucina di tramando a parte i giovani che s'ingozzano nei fastfood tipo McDonald che ha aperto uno grande e strategica posizione mesi fa.
    No il fusion le diciamo contaminazioni sono ancora ai margini. Qualche negozio etnico timidamente di affaccia ma stenta a decollare. Alla grande spaghetti di soja, salsa di soja ecc.le cose che ormai sono diventate quasi di casa ma sempre mooolto limitato.
    Mi sfogo quando vado in Austria li trovo tutto e di più. Buona giornata

    RispondiElimina

Ogni testimonianza del vostro passaggio sul mio blog è molto gradita, risponderò con piacere ai vostri messaggi appena possibile!
Grazie!

Lettori fissi

Google+ Followers