Diversità armoniosa in cucina, il padiglione Giappone all'Expo

marzo 26, 2015

Nei giorni scorsi ho avuto modo di partecipare alla presentazione dei ristoranti del Padiglione Giappone ad Expo 2015, evento promosso da JRO (Organization to Promote Japanese Restaurants Abroad) che si è tenuto a Milano presso InKitchen.

Nell'occasione abbiamo conosciuto meglio la cultura gastronomica del paese del Sol Levante attraverso le sapienti spiegazioni dello chef Oshima Akira che ci ha svelato i segreti del dashi, uno degli ingredienti principali della cucina nipponica, e ci ha fatto comprendere il significato della parola "umami".


L’umami è un concetto familiare ai giapponesi e praticamente sconosciuto al resto del mondo, ci è stato spiegato che si tratta del quinto gusto fondamentale, insieme al dolce, al salato, all’aspro e all’amaro. 



L’umami è un sapore che si sviluppa con l'unione dell’acido glutammico e l’acido inosinico e il motivo per cui i giapponesi hanno scoperto in anticipo l’esistenza del quinto gusto è che nel dashi sono presenti questi due elementi.

Il dashi è un brodo in cui l’acido glutammico è estratto dall'alga kombu e l’acido inosinico dal katsuobushi (bonito essiccato in scaglie).

L'ichiban dashi (primo brodo) è utilizzato per molti piatti tradizionali e la sua preparazione è piuttosto semplice: si mettono 10 gr di alga kombu in un litro d'acqua e si porta alla temperatura di  60°C, si lascia cuocere per un'ora quindi si toglie l'alga, si porta la temperatura dell'acqua a 85°C e si inseriscono 20 gr di katsuobushi, dopo 10 secondi si filtra il tutto.


Successivamente alle interessanti spiegazioni di Oshima Akira abbiamo assistito agli showcooking di alcuni chef intervenuti in rappresentanza dei ristoranti che saranno presenti al Padiglione del Giappone ad Expo 2015,  abbiamo conosciuto:

Ristorante Kyodaru con lo Chef Shimizu e la preparazione del Sushi
Ristorante Mos con lo Chef Wagu e la preparazione del Rice Burger
Ristorante Iamhan con lo Chef Yamagishi e la preparazione del Sukyaki

Ogni proposta degustata è risultata deliziosa e curata, certamente non poteva mancare il sushi, il piatto più popolare e consumato nei ristoranti giapponesi occidentali. 


sushi

Con l'occasione si è voluto proporre qualcosa di diverso e innovativo: in rappresentanza della cucina più contemporanea, veloce ed economica, ci è stato fatto degustare il "rice burger", un panino di riso farcito di cui esistono diverse varianti, quello a noi proposto era con tempura e salsa teriaky (golosissimo);


rice burger

e con l'intento di far sapere al pubblico, in occasione di expo 2015, che la cucina giapponese offre diverse e interessanti alternative ai piatti più conosciuti, ci è stato offerto il "Sukyaki", una portata a base di verdure di stagione e pregiata carne Wagyu.



Sukyaki con carne Wagyu.

Il padiglione Giappone all'Expo 2015 offrirà ampia scelta per approfondire la conoscenza della ricca e affascinante cucina nipponica, ci sarà il Minokichi, uno dei più antichi e famosi ristoranti storici giapponesi, oppure ci si potrà fermare ad uno degli altri numerosi ristoranti presenti negli stand della food court e dai prezzi più popolari.

You Might Also Like

6 commenti

  1. Che post incredibile! Sono molto affascinata dal Giappone. Anche dal punto di vista gastronomico! L'idea del quinto gusto mi intriga al punto che potrei fiondarmi in un ristorante giapponese a pausa pranzo per esplorarlo con cognizione di causa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, il Giappone, la sua cultura e la sua cucina sono molto affascinanti, dimmi dove vai in pausa pranzo che ti raggiungo!
      Baci!

      Elimina
  2. Molto interessante a me la cucina giapponese è sempre piaciuta, come anche la cinese pur essendo diversi. L'ho conosciuta questa cucina tantissimi anni fa quando per lavoro andavo in Svizzere e mangiavo quasi sempre al ristorante giapponene doc. i cui ingredienti venivano portati direttamente ogni mattina con un aereo. L'alga kombu è squisita mi piace molto. Ho un amica di Osaka a cui piace l'Italia e il quinto sapore me l'ha fatto scoprire ma bisogna avere ..dico io papille molto ricettive non è facile sentire non siamo abituati a questo sapore. Il sushi purtroppo se non sei certa sulla materia prima di prim'ordine almeno qui a Trieste non mi arrischio....Grazie di tutte le info. moolto interessanti. Per fortuna che attualmente qualcosa per ripetere la cucina di loro prodotti si trovano. Buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Amo la cultura giapponese. La civiltà di questo meraviglioso paese è ineguagliabile. Ne amo la raffinatezza della cucina. Con questo post e con l'esperienza arricchente che hai vissuto mi ha fatto un meraviglioso regalo.
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia!!! piatti fantastici e foto favolose! un evento imperdibile!
    Non sapevo del quinto gusto adesso devo assolutamente provarlo :-)
    Grazie

    RispondiElimina

Ogni testimonianza del vostro passaggio sul mio blog è molto gradita, risponderò con piacere ai vostri messaggi appena possibile!
Grazie!

Lettori fissi

Google+ Followers