Trilogia di castagne in un piccolo bicchiere

ottobre 16, 2014

  
Trilogia di castagne in un piccolo bicchiere


Le monoporzioni in genere sono anche "mini" e, oltre ad essere di moda e belle da guardare, possono aiutarci a salvare la linea...

Certo c'è sempre la possibilità di fare il bis o anche il tris ma bisogna essere dotati di una discreta spudoratezza e sapersi muovere con disinvoltura per non farsi troppo notare da chi ci sta intorno, così prima di esagerare ci si pone qualche problema di etichetta e la possibilità di non eccedere è conseguenzialmente più concreta.

Vi sfido però a resistere davanti a queste piccole tentazioni...



mousse di castagne



Ricetta della trilogia di castagne in un piccolo bicchiere

Ingredienti per 14 piccoli bicchieri


Per la mousse alle castagne

250 gr di castagne già lessate e pelate
250 ml di latte
250 ml di panna fresca da montare
40 gr di zucchero
1 foglio di gelatina (2 gr)
1 pz di sale
1/2 baccello di vaniglia

Mettete in un pentolino il latte con le castagne e il pizzico di sale,  fate bollire a fuoco molto dolce e con il coperchio per circa 20 minuti  (fino a che le castagne non saranno molto tenere e si romperanno facilmente con una forchetta).

Spegnete la fiamma e lasciate intiepidire le castagne nel loro liquido per qualche minuto quindi inserite il foglio di gelatina delicatamente strizzato che avrete precedentemente fatto ammollare in acqua fredda.

Riversate il composto in un mixer, aggiungete i semi estratti da mezzo baccello di vaniglia e tritate il tutto fino ad ottenere una purea piuttosto densa ma morbida (se vi sembrasse eccessivamente asciutta aggiungete un cucchiaio di latte).

Trasferite il composto di castagne in una ciotola, quando avrà quasi raggiunto la temperatura ambiente montate la panna con lo zucchero ed inseritela in due volte nella purea utilizzando una spatola e muovendola dal basso verso l'alto.

Coprite la mousse di castagne con pellicola e trasferitela in frigorifero facendola stabilizzare per almeno 4 ore.


Per la pasta biscuit alle castagne

60 gr di zucchero
40 gr di farina 00
35 gr di farina di castagne
5 gr di cacao amaro
2 uova (medie)
2 cucchiai di acqua bollente
1 pz di sale

Le uova devono essere preferibilmente a temperatura ambiente, mettetele insieme allo zucchero nella ciotola della planetaria e iniziate a montare, dopo circa un minuto  inserite i due cucchiai d'acqua bollente e riprendete a montare per almeno 10 minuti, dovrete ottenere un composto chiaro e spumoso, gonfio d'aria il più possibile.

Inserite in due volte le farine setacciate con il cacao e il pizzico di sale nel composto di uova, utilizzate allo scopo una spatola, muovetela dal basso verso l'alto ruotando contemporaneamente la ciotola.

Riversate l'impasto in  una teglia (io ne ho utilizzato una quadrata 23 x 23 cm) foderata di carta da forno, livellate con delicatezza ed infornate a forno statico già caldo a 200° per circa 10 minuti.

Fate la prova cottura con uno stecchino, ma non esagerate con i tempi per evitare che la pasta si secchi eccessivamente.

Estraete dal forno e fate raffreddare.


Per la bagna

50 ml di acqua
10 gr di zucchero
Un cucchiaio di rum

Scaldate in un pentolino l'acqua con lo zucchero, quando lo zucchero sarà sciolto spegnete la fiamma e inserite il rum.
Fate raffreddare.


 Assemblaggio

Con un bicchierino premete leggermente sulla pasta biscuit per imprimere i segni che utilizzerete per tagliare le fette della giusta misura, quindi inseritele all'interno dei bicchieri e spingetele con delicatezza  fino al fondo.

Inumidite leggermente le basi con la bagna, inserite la mousse di castagne in una sac à poche e riempite i bicchieri.

Decorate con pezzetti di marron glacé e conservate in frigorifero fino al momento della consumazione.





Con questa ricetta partecipo con grande piacere al contest
 "I sapori dell'autunno: le ricette della Mostra Mercato del Tartufo Bianco di Città di Castello"
www.iltartufobianco.it

You Might Also Like

17 commenti

  1. Dei piccoli capolavori di gusto e bellezza!!
    Io sono vorace di castagne e non ho alcun dubbio: ne mangerei più di uno, in barba all'etichetta :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Margherita! Siamo in tanti ad essere voraci di castagne, per i prossimi giorni mi hanno già fatto le ordinazioni!
      Baci!

      Elimina
  2. Semplicemente deliziose e ben presentate, con questa ricetta avrai fatto un figurone, in tavola e al contest!!! In bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maddalena! Non dico "crepi" perché mi dispiace per il povero lupo!
      Un bacio!

      Elimina
  3. ahahah...io sono spudorata e il tris non me lo lascerei di certo sfuggire :-P
    Hanno un aspetto irresistibile (appunto..)

    RispondiElimina
  4. Bonita y elegante manera de preparar un buen postre con castañas.
    Saludos
    Blanca de JUEGO DE SABORES

    RispondiElimina
  5. E chi resiste? Sono irresistibili!!!! una delizia per gli occchi e per il palato, complimenti anche per la fantastica presentazione, assolutamente perfetta!!!!
    A presto ....

    RispondiElimina
  6. Monoporzione mon amour..,, poi con la mousse di castagne.... Io faccio il tris.... Divine, complimenti!

    RispondiElimina
  7. Davvero difficile resistere a tanta golosità, adoro le castagne e questi bicchierini sono strepitosi con quel mix di consistenze... bravissima Silvia!!!
    bacioni, buona giornata:)

    RispondiElimina
  8. Splendidi e buonissimi, Silvia! Piccoli capolavori di bontà!
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  9. Davvero dei piccoli capolavori. Io di nascosto mi mangerei tutti i ritagli della base, cosparsi di mousse!! Ahahahhh così la gola è a posto. Bravissima Silvia, bella ricetta di stagione.

    RispondiElimina
  10. No vabbe', e' una sciccheria totale questo dessert, interessante da proporre in una degustazione a tema castagne. Bravissima.

    RispondiElimina
  11. Ciao Silvia, questa trilogia è poesia, davvero... bellezza e golosità, come si fa a resistere? :) Complimenti, mi sono unita ai tuoi lettori (credevo di esserci già ma evidentemente mi sbagliavo!) e ti abbraccio, buon inizio settimana! :**

    RispondiElimina
  12. E' praticamente una crudeltà fare delle porzioni piccole di una cosa così! E te lo dice una tendenzialmente "non golosa", ma per queste cosine mi farei pure delle figuracce, davvero. Tengo a mente la ricetta ed anche il biscuit per usi futuri.
    grazie delle tue meraviglie!

    RispondiElimina
  13. Mmmm... Sento odore di imbroglioooo! Ma ti pare che con queste delizie monoporzione uno stia a dieta e salvi la linea???? :D

    RispondiElimina
  14. bontà, bontà unica! complimenti silvietta cara!

    RispondiElimina
  15. ottima idea mi piace ciao sono nuova di questo mondo mi piacerebbe seguirti passa da me sarebbe un piacere ciao!

    RispondiElimina

Ogni testimonianza del vostro passaggio sul mio blog è molto gradita, risponderò con piacere ai vostri messaggi appena possibile!
Grazie!

Lettori fissi

Google+ Followers