Confettura di fragole

giugno 12, 2014



Confettura di fragole




E' scoppiato un caldo terrificante, fortuna che nei giorni precedenti all'arrivo dell'afa ho fatto i miei esperimenti di confettura di fragole...
Adesso solo l'idea di stare davanti ai fornelli a curare attentamente qualcosa che sobbolle, a sterilizzare vasetti e invasare una conserva dalla temperatura praticamente lavica mi fa calare la pressione!
Magari voi soffrite meno il caldo di me, oppure potete contare sull'aiuto di un condizionatore, forse abitate in montagna, o siete dei golosastri incontenibili...
Allora mettetevi all'opera e provate questa confettura speciale finchè ci sono ancora un po' di fragole in circolazione.
Il fine dei miei esperimenti era di ottenere, senza l'aggiunta di gelificanti e senza utilizzare grandi quantità di zucchero, un prodotto abbastanza denso preservando dei grossi e golosi pezzi di fragola (considerando che questo aromatico frutto contiene naturalmente molta acqua e pochissima pectina).
Il metodo è un pochino laborioso, ma alla fine ho ottenuto ciò che volevo.


Ingredienti:

500 gr di fragole
230 gr di zucchero
Il succo di mezzo limone

NB: Per chi volesse una confettura con ancora meno zucchero, ho fatto un'ulteriore prova utilizzando lo stesso metodo con

750 gr di fragole
230 gr di zucchero
Il succo di un limone

Il risultato è stato molto buono, la differenza è che essendoci in percentuale meno zucchero e più acqua la confettura ci mette un po' più di tempo ad addensare e la consistenza finale rimane leggermente più morbida.


Prima di cominciare qualche consiglio:
Se volete preparare un quantitativo maggiore di confettura potete raddoppiare le dosi riportate sopra ma vi suggerisco di non andare oltre perchè più aumenterete le quantità e più le tempistiche di cottura si allungheranno compromettendo la qualità del prodotto finito: minore sarà il tempo su fuoco e più si preserverà il colore e il sapore della frutta.
Allo scopo di accorciare ulteriormente i tempi di cottura utilizzate una pentola larga e dai bordi non eccessivamente alti perchè più sarà ampia la superficie e più rapidamente evaporeranno i liquidi comportando l'addensamento del composto.
Perchè il calore della fiamma venga distribuito dolcemente e uniformemente diminuendo il rischio di bruciare la confettura o surriscaldarla eccessivamente, utilizzate una pentola con fondo spesso o in alternativa servitevi di uno spargifiamma.

Preparazione:

Lavate e asciugate le fragole, tagliatele a quarti eliminando il picciolo verde e mettetele a macerare in una ciotola con lo zucchero e il succo di limone per 4-5 ore.

Trascorso questo tempo rimestate delicatamente per sciogliere eventuali residui di zucchero e servendovi di un capiente colino a maglie dividete le fragole dal succo facendolo colare direttamente nella pentola di cottura.

Appoggiate momentaneamente il colino con le fragole nella ciotola dove precedentemente le avete fatte macerare e portate il succo a bollore.

Ora rovesciate delicatamente  anche le fragole nella pentola, riportate a bollore, attendete 5 minuti e riversate tutto nuovamente nella ciotola, quindi utilizzando il colino separate ancora il succo dalle fragole riportandolo nella pentola.

Attendete qualche minuto affinchè la frutta finisca di scolare poi rimettetela nella ciotola e riportate il succo a bollore facendolo addensare a fiamma molto dolce fino a che non otterrete uno sciroppo a filo (versatene una goccia su un piattino, appoggiandoci sopra un cucchiaino ed alzandolo si formerà un filo, attenzione a non oltrepassare questo momento perchè da qui in poi il colore inizierà a scurire), quindi inserite ancora e per l'ultima volta le fragole e fate sobbollire molto dolcemente fino ad ottenere la densità voluta schiumando se necessario.

Se tutto è andato per il verso giusto la confettura sarà subito pronta o comunque nel giro di pochi minuti, controllate la densità sempre con l'aiuto di un piattino: fatene cadere una goccia, attendete per un attimo che si raffreddi e inclinate il piattino, la goccia non dovrà scivolare via rapidamente.

Invasate la conserva bollente in barattoli di vetro precedentemente sterilizzati che farete poi raffreddare capovolti appoggiandoli sui coperchi perchè si crei il "vuoto".

Nella foto in alto la mia confettura farcisce dei fragranti "scones" di cui vi posterò presto la ricetta, ma ne proverò al più presto un cucchiaio sopra a del gelato al fior di latte o allo yogurt...
E perchè non utilizzarla come copertura di un fresco cheesecake?
Se volete date un'occhiata anche a questa versione al Porto e pepe rosa adatta ad accompagnare i formaggi.





You Might Also Like

17 commenti

  1. Quanto amiamo la confettura di fragole! Basta un velo di burro e una fetta di pane fatto in casa con la propria confettura homemade a rendere la colazione davvero speciale :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfettamente d'accordo care!
      Baci!

      Elimina
  2. Ciao Silvia, mai provato questo sistema per la confettura di fragole, ma il visto il magnifico risultato proverò sicuramente, è davvero favolosa, la mangerei così...a cucchiaiate!!! Bravissima!!!
    Bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
  3. ma è incredibile, stamani prima di aprire gli occhi ho avuto un'immagine come quella dei tuoi scones con la marmellata, effetto dejavu, sarà un caso di telepatia da blogger? Che bontà!
    Davvero ottima questa marmellata, questo metodo forse sarebbe adatto anche ad altri frutti come i mirtilli e i lamponi, anche se le fragole sono decisamente le più acquose. Chissà se riuscirò a prendere ancora un po' di mirtilli nel bosco sabato.
    Buona giornata,
    Su

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su, mi piace l'idea che tra te e me ci sia telepatia:)
      Per quanto riguarda i frutti di bosco, per mia esperienza i mirtilli si addensano molto velocemente (dipende sempre dalla quantità) e i lamponi non saprei, si può provare...
      Buona caccia ai mirtilli!
      Un bacio!

      Elimina
  4. ...la proverò sicuramente...sembra ottima!!!!
    alex

    RispondiElimina
  5. Senza dubbio la mia preferita, Silvia. E il tuo risultato finale è a dir poco perfetto. Mi piace questa versione corposa con i pezzi di frutta!
    Un caro saluto e ancora buon week-end!
    MG

    RispondiElimina
  6. Che adoro la marmellata di fragole è scontato, visto la mia golosità. Questa versione è molto interessante, come hai detto tu, forse un tantino laboriosa ma guarda che risultato! Bravissima Silvia, buon fine settimana

    RispondiElimina
  7. Ma quanto è buona!!! invitantissima!!! Colori fantastici, uno spettacolo!!!!

    RispondiElimina
  8. amo le fragole e grazie ad una grossa produzione del mio orto ne ho realizzata già parecchio anche io!
    per comodità e tempo fino ad ora l'ho sempre preparata nel metodo classico ma questa tua versione,anche se più laboriosa,mi piace e se l'orto sarà ancora clemente con me mi sa che la provo.
    Grazie per le tue domande sul mio sorbetto...ho provato a darti qualche risposta,spero di esserne stata capace.
    Felice week-end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vado subito a vedere Barbara! Grazie e buon week end a te!

      Elimina
  9. Il grande e lungo lavoro però direi che è stato ripagato, è meravigliosa e lucente la tua confettura!!! complimenti!

    RispondiElimina
  10. Ha un aspetto meraviglioso! Nel mio blog c'è una sorpresa per te!

    RispondiElimina
  11. ottima confettura!!! profumata e golosa!!! complimenti!!

    RispondiElimina
  12. Che bontà, brava! Altro che quelle comprate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sì Chiara, direi che è proprio un'altra cosa!
      Baci!

      Elimina

Ogni testimonianza del vostro passaggio sul mio blog è molto gradita, risponderò con piacere ai vostri messaggi appena possibile!
Grazie!

Lettori fissi

Google+ Followers