Shirataki con asparagi e gamberi

aprile 03, 2014






  

Sono a dieta... Che sventura!

Cercando dei lati positivi a questa grama situazione infondo essere a dieta fa "tendenza" e poi non è detto che in questi casi si debba mangiare solo cibo insipido ed insignificante: basta un po' di fantasia e non farsi prendere dallo sconforto, e così oggi mi sono preparata questo piatto di shirataki con asparagi e gamberi.

Gli shirataki sono dei noodles a base di glucomannano una fibra insolubile ricavata dal tubero di una pianta: l'Amorphophallus konjac.

Una delle caratteristiche principali del glucomannano è la capacità di legare a sé notevoli quantità di acqua.

Per quanto sopra ne consegue che gli shirataki sono quasi privi di calorie (circa 15 kcal per 100 gr di prodotto idratato) perchè sono composti prevalentemente di fibra e acqua.

Il glucomannano può inoltre essere utile alla riduzione dei livelli di colesterolo ed a regolarizzare l'intestino pigro.

Gli shirataki si acquistano presso i negozi di prodotti biologici, via internet e in alcuni grandi supermercati, si trovano in forma idratata (immersi in acqua) o secchi, la consistenza è simile a quella degli spaghetti di soia cinesi, il loro sapore è neutro e lo assorbono dagli ingredienti con i quali vengono accompagnati.





shirataki con asparagi e gamberi



Ricetta degli shirataki con asparagi e gamberi

Ingredienti (per due porzioni):

250 gr di shirataki già idratati
100 gr di gamberi sgusciati + qualcuno intero per la decorazione del piatto (opzionale)
3- 4 asparagi
30 gr di germogli di soia
5 gr di zenzero fresco
1 cipollotto
3 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiai d'olio

Lavate gli asparagi, eliminate la parte di gambo più dura e tagliateli a fette trasversali spesse circa 3 mm; pulite e tagliate il cipollotto a fette lunghe e non troppo sottili; tagliate lo zenzero a listarelle fini; lavate e asciugate i germogli di soia.

Togliete gli shirataki dal loro liquido, sciaquateli molto bene e lasciateli scolare.

Cospargete con un filo d'olio i gamberi e fateli saltare velocemente in una padella antiaderente ben calda e a fiamma vivace quindi metteteli da parte.

Nella stessa padella saltate molto rapidamente il cipollotto con lo zenzero e gli asparagi, aggiungete quindi gli shirataki e tre cucchiai di salsa di soia, saltate fino a che non saranno ben caldi quindi aggiugete i germogli di soia e i gamberi.

Servite gli shirataki con asparagi e gamberi e, se necessario regolate di sapidità aggiungendo dell'altra salsa di soia.









Con questa ricetta e con immenso piacere partecipo al contest Sfrutta la primavera organizzato da
La casa di Artù e Nuvole di farina




You Might Also Like

24 commenti

  1. Guarda, non li conosco ma io sono molto curiosa in cucina, assaggio tutto. E così, a vista, credo mi piacerebbero. Ciao bella, un mega bacio e abbi cura di te ♥

    RispondiElimina
  2. Anche io sono a dieta, brutta situazione vero? :P
    La cosa positiva è che può davvero essere divertente cercare piatti light ma gustosi, è una sfida interessante :)
    Un bacione :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Silvia, buono questo piatto oriental-dieteggiante.
    Sono sicura che farai un ottimo lavoro. Anche io ho un kiletto da togliere, ma ora potrò sfruttare la luce e la stagione ed aumentare il movimento, senza ridurre le porzioni.
    un abbraccio
    Su

    RispondiElimina
  4. Io invece dovrei mettermi a dieta ma non ho energia-motivazione-voglia. Anche perchè ne avrei un bel po' da perdere e mi prende lo sconforto. Il glucomannano lo conosco, lo prendevo in pillole per i benefici che hai ben scritto tu. Questi spaghetti non li conoscevo proprio. Il fatto che siano low-calories però mi li rende simpatici a priori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina, mi sa che la nostra passione per la cucina rende incompatibile il fatto di avere una figura filiforme...
      Soprattutto con i dolci spettacolari che fai tu:)
      Comunque bisognerebbe correre ai ripari prima di accumulare troppi chili soprattutto se come me si è portati ad accumularli facilmente.
      Un bacio!

      Elimina
  5. La dieta non è da demonizzare..spesso proprio in questi momenti di necessità nascono dei piatti meravigliosi, saporiti e leggeri. Il tuo di oggi è strepitoso ed hai dimostrato che si può mangiare bene senza abusare di grassi e mantenere un gusto irresistibile :-D
    Bravissima <3

    RispondiElimina
  6. Ciao cara Silvia, essere a dieta non vuol dire mangiare cibi poco invitanti e senza sapore, con il tuo piatto di oggi hai dimostrato che si può stare attenti alla linea senza rinunciare al gusto!!! Questi shirataki fanno davvero gola, sembrano buonissimi...bravissima è un ottimo piatto!!!
    Bacioni, buon fine settimana...

    RispondiElimina
  7. Che piatto meraviglioso e saporito... Corro al negozio biologico, questa ricetta mi ha conquistata!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela, spero che le tue aspettative vengano soddisfatte!
      Un bacio!

      Elimina
  8. SIivia lo sai che io adoro la cucina orientale! Non avevo mai sentito parlare di questi shirataki! Sono pazzeschi!! Io la penso come te, la dieta non è per forza piatti tristi e questa tua delizia ne è la dimostrazione!

    RispondiElimina
  9. beh vedo che la dieta non ti ha certo tolto l'entusiasmo nel proporci ricette deliziose ed originalissime....se ti va, io e nuvole di farina abbiamo indetto un contest, questa tua ricetta sarebbe perfetta!

    http://lacasadi-artu.blogspot.it/2014/03/sfrutta-la-primavera-il-nuovo-fruits.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Artù cara, ne sono ben felice! Arrivo subito!

      Elimina
    2. grazie mille....corro a condividerti nei vari social!

      Elimina
  10. ps. se hai dubbi fammi sapere!

    RispondiElimina
  11. dai mangiare cosi non è una sventura è un gran bel piatto

    RispondiElimina
  12. Dietetico ma assolutamente appetitoso!!!! questo si che è trasformare un problema in opportunità!!! Complimenti!!!
    Ciao, a presto ....

    RispondiElimina
  13. beh dai, almeno il piatto, nella sua snellitudine, si presenta un gran bene, diciamocelo!

    RispondiElimina
  14. Ciao, ho scoperto ora il tuo blog e ci siamo unite ai tuoi lettori fissi! se ti va di ricambiare ci trovi qui:
    www.sevacolazione.blogspot.it
    V

    RispondiElimina
  15. Cara Silvia, sono a dieta anche io! :( Complimenti per questa ricetta, sembra davvero interessante! Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  16. Mi hanno incuriosito tantissimo, non conoscevo la loro esistenza fino ad ora.. bene bene, ora potrò fare la dieta anche io senza rinunciare al gusto! Questo weekend mi shirataki-zzo!! Un bacione! :)

    RispondiElimina
  17. Non conosciamo questa pasta ma sicuramente sei riuscita ad insaporirla perfettamente e a renderla gustosissima!

    RispondiElimina

Ogni testimonianza del vostro passaggio sul mio blog è molto gradita, risponderò con piacere ai vostri messaggi appena possibile!
Grazie!

Lettori fissi

Google+ Followers