Tabatha e le fugasse

marzo 04, 2013

La mia gatta si chiama Tabatha e ama la pizza, i biscotti e  tutto ciò che esce dal forno.

Oggi mi controllava attentamente mentre facevo il reportage alle mie ultime creazioni, le fugasse, forse è un po' ammalata di protagonismo  (in effetti ho notato che le piace essere fotografata e quando capita assume delle posture da smorfiosetta) o forse semplicemente vigilava su quanto stava sul tavolo...


Tabatha e le fugasse


Un paio di anni fa ho avuto modo di mangiare per la prima volta uno dei dolci più buoni mai assaggiati...

Portata un bel giorno sulla nostra tavola dalle amorevoli mani di Lucia e Tiziano che vivono a Venezia e sanno bene in quale pasticceria recarsi allo scopo di procacciare cotanta delizia, la fugassa o focaccia veneta da quel momento ha rapito le mie papille.

Si tratta di un dolce lievitato soffice e leggero, delicatamente agrumato, senza nessuna farcitura e ricoperto solamente da una sottile crosticina croccante di zucchero.

Nella sua semplicità e morbidezza è qualcosa a mio avviso di stratosferico.

Ho cercato diverse volte di riprodurre qualcosa di perlomeno simile, provando ricette diverse e modificandole di volta in volta, avvicinandomi nei risultati a quello che desideravo senza mai centrare l'obiettivo.

Questa volta forse ci sono,  ne ho sfornate due questa mattina all'alba e, resistendo al loro profumo inebriante,  ho lasciato che si  raffreddassero e le ho messe da parte per far loro la festa nei prossimi giorni.

Pare che i grandi lievitati, come per esempio il panettone e il pandoro, andrebbero consumati dopo qualche giorno dalla cottura per dar loro modo di stabilizzarsi e dare il meglio per quanto riguarda la consistenza e i profumi.

Oggi quindi vi trasmetto il mio entusiasmo (spero a ragione), la ricetta delle fugasse ve la passerò solo dopo l'assaggio, sperando di aver fatto centro e di trasmettervi qualcosa di veramente godurioso e anche in tempo per Pasqua.

Suspance....

You Might Also Like

3 commenti

  1. Posso darti un cosiglio? Togli l'obbligo di mettere i codici di controllo in risposta ai tuoi post perchè scoraggi le persone a lasciarti commenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seguirò sicuramente il tuo consiglio, in effetti mi era venuto il dubbio...
      Le fugasse erano buonissime! Finalmente ho ottenuto il risultato che desideravo...
      Conto nei prossimissimi giorni di postare la ricetta, vorrei anche fare le foto di alcune fasi della lavorazione perchè spiegarle solo a parole è un po' complicato, comunque prometto di liberarvi dalla suspance al più presto.
      Grazie e buona serata!

      Elimina

Ogni testimonianza del vostro passaggio sul mio blog è molto gradita, risponderò con piacere ai vostri messaggi appena possibile!
Grazie!

Lettori fissi

Google+ Followers