Cosciotto d'agnello al Porto

marzo 25, 2013

Trovo piacevole il contrasto tra il sapore della carne di agnello, che pur essendo tenera e delicata ha un suo "carattere", e il retrogusto dolce che lascia in bocca il Porto, il vino con cui ho scelto di sfumare questo arrosto.

Da provare. 


Cosciotto d'agnello al porto

Ricetta del cosciotto di agnello al Porto

Ingredienti:

Un cosciotto d'agnello disossato di circa 1 kg
2-3 bicchierini di Porto
2 cucchiai di olio evo
2 noci di burro
Timo e Rosmarino q.b.
Sale e pepe q.b.

Fate disossare e legare un cosciotto d'agnello dal vostro macellaio di fiducia.

Tritate finemente le foglie di timo e rosmarino, massaggiate il cosciotto con due cucchiai d'olio evo e poi con il trito aromatico facendolo aderire alla carne.

Mettete in una pentola le noci di burro, scioglietele e fate ben rosolare a fiamma alta il cosciotto su tutti i lati per sigillarne i succhi.

Abbassate la fiamma al minimo, regolate di sale e pepe, coprite con un coperchio e lasciate cuocere così per 45 minuti avendo cura di girare la carne ogni tanto con due cucchiai di legno per non bucarla.

Passato questo tempo togliete il coperchio, alzate nuovamente la fiamma al massimo, bagnate con il porto, girate il cosciotto, fate evaporare l'alcol e addensare leggermente il sughetto.

Spegnete la fiamma e lasciate riposare la carne per 5 minuti prima di affettarla e servirla.

Il cosciotto di agnello al Porto deve risultare rosato all'interno, ma se preferite la carne ben cotta prolungate la cottura di 5-10 minuti, è ottimo accompagnato da purè di patate e cipolline al forno.

You Might Also Like

0 commenti

Ogni testimonianza del vostro passaggio sul mio blog è molto gradita, risponderò con piacere ai vostri messaggi appena possibile!
Grazie!

Lettori fissi

Google+ Followers